LA DONNA NUOVA E IL FEMMINISMO SCIENTIFICO DI MARIA MONTESSORI

L’Associazione Montessori Brescia con la partecipazione della Montessori Brescia Soc. Coop. Onlus, il patrocinio del Comune di Brescia e dell’Opera Nazionale Montessori, presenta il secondo appuntamento delle celebrazioni bresciane per il 150° anniversario dalla nascita della dott.ssa Montessori,

Convegno

LA DONNA NUOVA E IL FEMMINISMO SCIENTIFICO DI MARIA MONTESSORI

    Storia di una rivoluzione culturale

Sabato 7 Marzo 2020 dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Sala del camino – Palazzo Martinengo

Via San Martino della Battaglia n.18– Brescia

Con la partecipazione di Carolina Montessori, bisnipote di Maria Montessori e curatrice dell’archivio documentale in AMI – Association Montessori Internationale.

Per Maria Montessori l’emancipazione delle donne, la loro istruzione, la formazione e  il riconoscimento dei loro diritti avrebbe sicuramente portato  ad un miglioramento sociale ed economico.

Quello della dottoressa Montessori fu un “femminismo pratico” o “femminismo sociale”.

Oltre alla lotta per i diritti civili, come ad esempio il voto, esso si focalizzò su proposte di carattere umanitario con progetti concreti finalizzati alla cura e all’istruzione delle donne in situazioni di grave difficoltà e povertà, delle donne operaie, ma anche dei bambini abbandonati e con ritardi psichici.  Questa tipologia di interventi, secondo Maria Montessori avrebbero contribuito concretamente al miglioramento del tessuto sociale e ad una conseguente riforma morale.

Maria Montessori denunciò in più occasioni le condizioni del lavoro femminile e i problemi legati alla maternità.

Suggerì interventi legislativi per proteggere il lavoro e in generale la condizione delle donne e dei bambini.

Durante il convegno le relatrici, partendo da un excursus sul femminismo scientifico di Maria Montessori a cura della storica Valeria Babini, affronteranno tematiche attuali legate all’uguaglianza e agli stereotipi di genere, all’autonomia delle donne e all’emigrazione femminile.

L’Associazione Montessori Brescia desidera con questo evento confermare il suo impegno nel promuovere non solo il pensiero di Maria Montessori ma, più in generale, una cultura di cooperazione, pace e rispetto, con particolare focus sul mondo dell’infanzia e delle donne, facendosi promotrice di eventi in cui si pone l’attenzione sui reali bisogni dei più deboli, delle donne e dei bambini, tuttora troppo spesso vittime inascoltate della violenza dell’adulto.

Alle 15.00 verrà inaugurata la Mostra storica dell’Unione Femminile Nazionale con una sezione dedicata a Maria Montessori a cura dell’Associazione Montessori Brescia e del fotografo Marco Foglia.

Programma del convegno

Roberta Morelli – Assessore Pari Opportunità Comune di Brescia

Rosa Giudetti – Presidente Associazione Montessori Brescia

Carolina Montessori – Bisnipote di Maria Montessori e archivista in AMI

L’importanza di essere donne. Il cuore femminista di Maria Montessori

Valeria Paola Babini –  Storica e scrittrice. Di formazione filosofica, ha insegnato Storia della scienza e  Storia della psicologia presso l’Università di Bologna

L’autonomia delle donne

Silvia Vegetti Finzi – Psicologa, scrittrice, ha insegnato Psicologia dinamica presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Pavia

Gli stereotipi nella rappresentazione delle donne nei media: come superarli?

Lorella Zanardo – Atttivista e scrittrice italiana femminista

L’emigrazione femminile

Anita Likmeta – Storica e filosofa, giornalista, scrittrice, documentarista, blogger, copywriter e digital strategist

Modererà il convegno il Prof. Roberto Cammarata – Presidente del Consiglio Comunale di Brescia

Contributo di partecipazione € 16,00

E’ POSSIBILE UTILIZZARE LA CARTA DOCENTE:  Scegliere la tipologia esercizio “FISICO” per l’ambito FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO cliccando su PERCORSI FORMATIVI ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Inserire l’IMPORTO DEL BUONO di 16 € e allegarlo al momento dell’iscrizione on line.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI ON LINE