MOSTRA “PER DIVENTARE GRANDI BISOGNA CRESCERE”

Con il Patrocinio della Provincia, dell’Assessorato alle Pari opportunità e alle Politiche giovanili del Comune di Brescia                                                                  e dell’Opera Nazionale Montessori

DAL 1 AL 15 FEBBRAIO AL MO.CA. PALAZZO MARTINENGO – COLLEONI Via Moretto 78, Brescia

L’ASSOCIAZIONE MONTESSORI BRESCIA

PRESENTA:

“PER DIVENTARE GRANDI BISOGNA CRESCERE”

MOSTRA DI DISEGNI SULL’EDUCAZIONE ALLA PACE

La pedagogia montessoriana per la prima volta interpretata dalla forza dirompente del disegno di Gianluca Foglia, in arte Fogliazza. Brescia prima tappa di un percorso itinerante nazionale:  la mostra approderà nel corso del 2019 in altre città italiane.

 

Educare alla pace per migliorare inclusione e coesione sociale. E’ questo in sintesi lo spirito montessoriano che ha ispirato la mostra “Per diventare grandi bisogna crescere” che l’Associazione Montessori di Brescia ha ideato e sviluppato e che intende promuovere a livello nazionale.

 L’evento di inaugurazione è fissato per venerdì 1 febbraio al MO.CA. a Palazzo Martinengo Colleoni -Sala“Albero della vita”), dove l’esposizione sarà visitabile dal 1 al 15 febbraio (dalle ore 9.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00). Sarà questa l’occasione per illustrare anche tutte le attività dell’Associazione in programma per il nuovo anno e gli ambiziosi progetti che daranno alla città l’occasione per riflettere sui temi della educazione alla pace, al rispetto ed alla convivenza civile.

I disegni sono realizzati dall’autore Gianluca Foglia, in arte Fogliazza – che ha interpretato, con poesia e intensità narrativa, i fondamentali della pedagogia di Maria Montessori, partendo dalla difesa della dignità e dei diritti dei bambini e degli adolescenti, per la crescita dello sviluppo sociale.

L’iniziativa – patrocinata dalla Provincia di Brescia, dall’Assessorato alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili del Comune di Brescia e dall’Opera Nazionale Montessori – intende sensibilizzare l’opinione pubblica, le istituzioni e tutto il mondo della scuola (Dirigenti scolastici, docenti, formatori, tutor, ecc.), a mettere in atto azioni concrete per agevolare il protagonismo dei ragazzi e per accompagnarli ad una crescita responsabile e consapevole. Attraverso i disegni dell’artista si condividerà il messaggio di pace che Maria Montessori ha consegnato all’umanità, il grande patrimonio del suo pensiero e del suo impegno che la portò ad essere una dei candidati al Premio Nobel. L’intento è di creare anche con questa mostra un evento che dia la possibilità di interrogarsi e riflettere insieme sulle devastanti ripercussioni che hanno le guerre sul mondo dell’infanzia e sul tema di una efficace educazione alla pace.

La mostra è costituita da due sezioni: una dedicata a tematiche che si rifanno a contenuti sociali, umanitari, attuali e quotidiani, in cui il tratto utilizzato dall’artista è quello essenziale della vignetta satirica. La seconda sezione vede una netta differenza di stile, anche dovuta alla differente tecnica utilizzata dal disegnatore ed il tema centrale è quello della guerra e della pace. Ogni disegno di questa seconda sezione  è ispirato a una frase di Maria Montessori tratta dal libro “Educazione e pace”. Parole e disegni sono abbinati e l’artista, con grande maestria è stato in grado di rendere attuale il messaggio pacifista di Maria Montessori. Oltre al focus sul rapporto tra educazione e pace, si sottolinea la dimensione fortemente multidisciplinare dell’iniziativa.

Con l’organizzazione e la promozione di questa mostra, che parte da Brescia per poi diventare itinerante, si conferma l’impegno della Associazione Montessori Brescia a  promuovere non solo il pensiero ed il metodo pedagogico di Maria Montessori, ma più in generale, una cultura di cooperazione, pace e rispetto, con particolare attenzione al mondo dell’infanzia e delle donne, facendosi promotrice di eventi in cui si pone l’attenzione sui reali bisogni delle famiglie, delle donne e dei bambini,  tuttora troppo spesso vittime inascoltate della violenza dell’adulto.

  

GIANLUCA FOGLIA “FOGLIAZZA” – PROFILO 

Gianluca Foglia “Fogliazza”, nato a Parma, è disegnatore, illustratore, docente di laboratori, autore e interprete teatrale. Grazie alla narrazione per immagini ha dato voce a numerose storie di impegno sociale. Tiene laboratori di disegno per bambini e adolescenti anche nelle scuole. Ha maturato la propria esperienza nel corso di numerose collaborazioni tra cui: Focus Scuola, IBO, Terre des Hommes, il Fatto Quotidiano, RCS Gazzetta dello Sport, Barilla, Giocampus, CUS, Università di Parma e Costa Crociere. www.fogliazza.com