Educazione per un mondo nuovo

EDUCAZIONE PER UN MONDO NUOVO

I BISOGNI DEI BAMBINI DI OGGI E LA RISPOSTA MONTESSORIANA – BRESCIA 5 OTTOBRE 2013

Intervento Assessore Pubblica Istruzione Roberta Morelli

Benedetto Scoppola: PSICOGEOMETRIA E NEUROSCIENZE

Giancarlo Onger: IL BAMBINO INTERO A SCUOLA

Mario Valle: DAL MEMEX ALLEDUCAZIONE COSMICA

Grazia Honegger Fresco: Montessori perchè si

Grazia Honegger Fresco: Montessori perchè si – Video

 

Cronaca semplice di un grande convegno

Sono le 17.00 e il nostro convegno si è concluso salutato da tanti applausi.

Siamo stanchi, ma felici. Bisogna riordinare tutto; portare via le piante, raccogliere borse, scatoloni, riordinare i libri e inscatolarli, sistemare il materiale……..

Tornando a casa ripenso alla bella esperienza, a tutte le persone che abbiamo incontrato, ai relatori e a quello che ci hanno “regalato” in questa giornata.

Il pensiero però ritorna  ai giorni precedenti, a tutte le fatiche che abbiamo dovuto affrontare per organizzare questo evento e non mi par vero di essere arrivata alla fine di questa giornata dopo diversi mesi che l’abbiamo pensata, inventata…..

La cosa straordinaria è che Rosa, Paola, Olga ed io non ci siamo mai sentite sole, ma abbiamo trovato teste e braccia che ci hanno aiutato e sorretto per affrontare questa meravigliosa avventura, a partire dai nostri familiari e conoscenti fino ad arrivare a persone che prima non conoscevamo, ma che abbiamo incontrato strada facendo. Non abbiamo trovato soldi, ma tanta solidarietà!

Benedetto Scoppola ha accettato subito il nostro invito sia come Presidente dell’Opera Nazionale Montessori di Roma, sia come relatore. Il suo intervento è stato straordinariamente interessante e appassionato, apprezzato anche da chi non ha mai amato particolarmente la matematica e la geometria.

Inoltre, alla notizia che l’Opera Nazionale ci autorizza ad istituire i corsi Montessori nella primavera del 2014, c’è stato un grande applauso in sala a conferma di quanto interesse stia nascendo nel territorio bresciano nei confronti del “metodo” Montessori.

Rita Scocchera non si è fatta pregare quando l’abbiamo interpellata e attraverso la sua relazione ci ha sollecitato con grande dolcezza ad osservare metaforicamente il bambino che, come Ulisse, intraprende un viaggio avventuroso e periglioso per costruire l’uomo di domani, un bambino “omerico” paziente e perseverante.

Mario Valle, generoso interprete del pomeriggio, con la sua relazione ci ha testimoniato la sua esperienza di scienziato, ma anche di genitore,  “innamorato” del pensiero e delle intuizioni di Maria Montessori. Con la moglie Antonella ed il figlio Nicolò, che sempre l’accompagnano, ci ha appoggiato ed incoraggiato fin dall’inizio del nostro cammino. Ci ha aiutato anche nel predisporre l’intervento di Grazia Honneger Fresco che è stato molto apprezzato dal pubblico presente.

Grazia ci ha fatto immaginare con gli occhi della mente quella “tavola sempre apparecchiata” che è l’ambiente di una scuola Montessori. Ci ha sempre spronato fin dall’inizio a far sì che il “Montessori” potesse ritornare a nuova luce in Brescia. La sua relazione è stata per noi un grande dono.

Giancarlo Onger ha accolto con favore la nostra richiesta di intervenire al convegno. Il “maestro” che ha lavorato tanti anni con i disabili, ci ha sollecitato a non trascurare mai l’accoglienza di questi bambini che più di ogni altro hanno bisogno dell’educazione e dell’aiuto della scuola tutta, degli insegnanti, dei compagni, delle Istituzioni, proprio come Maria Montessori  aveva raccomandato, forte della sua esperienza come donna e come medico.

La giornata è terminata con il commovente “Inno dei bambini piccolissimi” eseguito dal “Coro delle voci bianche dell’Oratorio Don Bosco di Flero”  diretto con passione da Regina Castioni, con l’accompagnamento di pianoforte, flauto e clarino.

Infine come non ricordare chi si è avvicendato fuori dalla sala con tanta cura, pazienza e attenzione nei confronti di tutti gli intervenuti al convegno dalle accompagnatrici a chi ha curato la vendita dei libri. Anche gli espositori che hanno collaborato con la nostra Associazione ci hanno regalato il loro tempo e la loro competenza sostenendoci in questa importante giornata.

Arrivo a casa, sono frastornata e stanca, ma felice e commossa: finalmente dopo tanti anni il “Mondo Montessori” si è trovato qui a Brescia. Penso al domani con la consapevolezza che nei prossimi giorni dovremo rimboccarci le maniche e raccogliere i frutti di questa giornata fantastica, ma sono altrettanto consapevole che ce la faremo!

Patrizia Enzi

locandina convegno